Covid-19, cambio di strategia per curare la malattia

Le autorità politiche e sanitarie di ogni paese per l’epidemia Covid19 hanno adottato una politica allarmistica, costruita sul distanziamento, e tracciamento di contatti, che persistono ciononostante la malattia sia mutata e cambiata. Oggi dobbiamo evitare di continuare questa strada perché rischia di generare sempre terrore ed allarmismo esasperando le paure di una nuova psicopandemia e rischio di un secondo Lockdown.

Le autorità sanitarie mondiali, l’OMS è oggi un organismo incoerente, inaffidabile e corrotto, che influenza pesantemente gli stati con un dittatura di pensiero scientifico totalitario, che non lascia spazio a nuove e chiare evidenze che invece di proteggere allarmando, danno chiare sicurezze alla gente.

I politici devono smettere di dare ascolto alla politica sanitaria in vigore, ed avere il coraggio di calmierare i pericoli, che i medici esasperano con atteggiamenti irresponsabili, dove viene valutato solo il rischio infettivo di un microrganismo, e non viene considerato il terreno biologico immunitario e psichico che invece avrebbe il potere di aumentare le difese.

È il momento che le autorità, sulla base delle ricerche riportate in questo video, cambino la strategia d’informazione, di prevenzione, e di lotta al Covid19, attraverso un chiaro cambiamento di rotto.

Solo così potremo estinguere in pochi mesi una minaccia molto relativa, che per vari interessi commerciali e di controllo di persone, alcuni gruppi al potere non vogliono che avvenga, e che si instauri un periodo di controllo, di terrore e minaccia che solo attraverso vaccinazioni, distanziamento sociale e distruzione delle relazioni interpersonali possa essere controllate.

Ribelliamoci a questa dittatura di pensiero, alla museruola imposta attraverso il terrore, e ricominciamo a vivere in modo libero e sicuro.